Chi siamo

La Cooperativa Domus Agape nasce nel novembre 2016, con l'obiettivo, in conformità di quanto dispone la legge 8 Novembre 1991 n. 381, di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini attraverso lo svolgimento di attività d'impresa e in particolare attività di servizi, attività ricettiva, ricreativa e agricola,  finalizzate all'inserimento e all'integrazione sociale e lavorativa di persone svantaggiate ai sensi degli art. 1 lett. B e art. 4 della legge 381/91.

"La Cooperativa è anche un luogo, un'occasione e una fase di integrazione terapeutica per il pieno recupero dei soggetti svantaggiati e a tal fine opererà in collaborazione con le strutture del Servizio Sanitario nazionale e con tutte le altre strutture, sia sociali sia sanitarie, pubbliche o private che vorranno interessarsi a tale integrazione."

I principi a cui ci si vuole ispirare in piena adesione con il movimento cooperativo mondiale: mutualità, solidarietà, democraticità, impegno, equilibrio delle responsabilità, rispetto dei ruoli, spirito comunitario, legame con il territorio, equilibrato rapporto con lo stato e con le istituzioni pubbliche.

I settori di attività della cooperativa sono l'attività agricola e la gestione di servizi vari.

L'idea nasce dalla esperienza personale di alcuni soci che all'interno delle loro famiglie vivono la realtà della disabilità fisica o mentale. La legittima preoccupazione di alcuni di loro per il futuro, anche lavorativo, dei loro parenti, ha suscitato il desiderio di adoperarsi per creare una realtà imprenditoriale che possa in futuro garantire ai propri congiunti un sostentamento oltre che una reale integrazione.

Nel corso degli anni, con l'innalzamento dei requisiti per l'ingresso nel mondo del lavoro e anche grazie ad un diverso atteggiamento culturale verso chi presenta problemi di accesso sono cambiati sia il concetto di svantaggio che le politiche. Si è infatti introdotto il concetto di diverse abilità. La reale integrazione dovrà avvenire attraverso un piano d'impresa che tutelando la situazione oggettiva dei soci svantaggiati, salvaguardi l'economicità delle iniziative intraprese.

Nel caso della Domus Agape si è scelto di inquadrarsi come cooperativa sociale agricola di tipo B, impresa cooperativa che attraverso lo svolgimento di attività agricole e di servizi in genere realizza percorsi di inserimento lavorativo di persone svantaggiate. L’idea d’impresa si fonda altresì sulle esperienze personali d’impresa maturate da una parte della compagine sociale.

Servizi

La Cooperativa intende sviluppare la propria attività nelle seguenti aree di intervento:  

  • Attività ricettiva e di ristorazione;
  • Organizzazione iniziative didattiche, formative e informative di tipo seminariale, laboratoriale e convegnistico su tematiche di diretto interesse della Cooperativa, delle Associazioni partners e iniziative didattiche progettate per le scuole (a titolo esemplificativo orti didattici);
  • Attività di supporto alle iniziative di tipo didattico-formativo di tipo seminariale, laboratoriale e convegnistico organizzati da soggetti terzi (in specifico affitto spazi e supporti tecnici);
  • Realizzazione promozione e gestione percorsi naturalistici e ambientali da percorrere a piedi e in bicicletta;
  • Attività di produzione agricola e in specifico coltivazione di asparago selvaggio attraverso il recupero di alcune piante  site  nell'area di proprietà della cooperativa, di coltivazione di olive, di raccolta del mirto;
  • Avvio della produzione e commercializzaione del miele;

La cooperativa si configura come Cooperativa sociale di tipo B e come tale intende svolgere attività diverse da quelle socio sanitarie, finalizzandole alla realizzazione di progetti di inserimento socio lavorativo di persone svantaggiate. La cooperativa si configura altresì come Cooperativa agricola e come tale potrà svolgere le attività riconducibili ad attività tipicamente agricola e ad essa complementari, attività che si arricchisce di contenuti e finalità alla luce della normativa regionale e nazionale in materia di Agricoltura Sociale che consentirà alla cooperativa di:

  • Realizzare attività dirette all'inserimento socio- lavorativo di persone con disabilità e di lavoratori svantaggiati;
  • Realizzare attività sociali e di servizio, volte allo sviluppo di abilità e di capacità di inclusione sociale e lavorativa di ricreazione e di servizi utili alla collettività locale, svolta attraverso l'utilizzazione delle risorse materiali ed immateriali dell'agricoltura;
  • Progettare e gestire servizi di affiancamento e supporto a terapie mediche, psicologiche e riabilitative per il miglioramento delle condizioni salute e delle capacità sociali, emotive e cognitive dei soggetti beneficiari delle prestazioni;
  • Progettare e realizzare progetti finalizzati all'educazione ambientale ed alimentare, alla salvaguardia delle biodiversità nonché alla diffusione della conoscenza del territorio, anche attraverso l'organizzazione di fattorie sociali e didattiche riconosciute a livello regionale, quali le iniziative di accoglienza e soggiorno di bambini in età pre-scolare e di persone in difficoltà sociale, fisica e psichica;
  • Fornire beni e servizi mediante l'utilizzazione prevalente di attrezzature o risorse dell'azienda agricola, comprese le attività di valorizzazione del territorio e del patrimonio rurale e forestale, ovvero di ricezione ed ospitalità;

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatteremo quanto prima possibile.